II. La “Commedia” dantesca: la società come antagonista

Abstract 0

Dante gotico e Petrarca umanista Con tale formula o altre non troppo dissimili che sovente si incontrano negli scritti dei filologi dell’umanesimo (ma non solo in essi)si intende ribadire la netta distinzione che separa, o separerebbe culturalmente e ideo­logicamente, i due grandi trecentisti. Opinione del resto diffusissima e quasi comune, eredità stessa del giudizio desanctisiano su Dante come «uomo totale», e quindi in consonanza col clima medievale dell’ecumene cristiana e col suo esplici...

From the same authors

Similar documents